certificati oro

certificati oro

 

Certificati Oro

I certificati sono uno strumento cartaceo utilizzato per investire in Oro

Storicamente i Certificati possono essere considerati come le prime banconote della storia, ovvero una carta convertibile in oro, principio finanziario che, fino a pochi anni fa, era alla base dell’emissione della carta moneta. Già dal 1600 orafi di Londra consegnavano ai loro clienti che effettuavano un deposito di Oro Fisico, una carta, firmata e garantita, che appunto comprovava il deposito e il possesso dell’oro depositato. Il cliente con questa carta certificato poteva dimostrare come garanzia o utilizzare il certificato oro per acquisti, scambi o poteva riconvertire il certificato dell’oro in quualsiasi momento, ovviamente per questo tipo di servizio agli orafi spettava una commissione.
Oggi il sistema dei certificati oro è si è trasformato e non sono moltissime le banche che mettono a disposizione questo tipo di servizio investimento, in prevalenza sono banche Svizzere e Tedesche, come per esempio i certificati proposti da Deutsche Bank.
I certificati oro detti anche certificati aurei anche oggi sono un documento cartaceo e sono acquistabili e scambiabili in alcuni mercati dove, per il possessore della carta emessa, si attesta la proprietà di una determinata quantità di oro. Con l’acquisto di un certificato aureo non si acquista quindi l’oro fisico, ma si entra in possesso di un documento cartaceo che comprova la quantità e il valore dei lingotti custoditi nei caveau degli istituti emittenti.

Esempio Certificato oro
certificato oro

Quali vantaggi o svantaggi può avere l’acquisto e l’investimento dei certificati oro

La prima osservazione che facciamo, che sembra superflua, ma che è invece di fondamentale importanza, è quella che il possesso fisico della carta è di più facile gestione piuttosto che quella dell’oro fisico.
La secondo è che in caso di smarrimento o di furto dell’oro fisico difficilmente potrete di nuovo rientrarne i possesso, con i certificati oro nominali nessuno potrà convertirli o utilizzarli al posto vostro, se non previsto da voi stessi diversamente.
Un altro vantaggio è che il certificato oro cartaceo finanziario può essere rivenduto in qualsiasi momento, ottenendo in cambio il valore in euro dell’oro posseduto, rivalutato, con l’eventuale guadagno o perdita rispetto al momento in cui lo avevate acqusitato.
Lo svantaggio, anche se questo sembra possa essere incredibile o improbabile, è che non tutte le banche emittenti hanno effettivamente la quantità di oro necessaria per soddisfare tutte le eventuali richieste di riconversione dei certificati. Diciamo che però è proprio l’ipotesi di riconversione simultanea di tutti i clienti è effettivamente improbabile e verificabile solo nel caso in cui viene a mancare la fiducia simultanea di tutti i clienti della banca per rischio insolvenza o fallimento. Anche perchè in caso di fallimento dell’istituto bancario emittente, non avreste neanche il tempo di richiederla la riconversione dei certificati.